Galerie
Napoléon
- Paris - Collezione dei Manoscritti

Napoleone - Il Consolato - 1802 - Bordeaux - Amnistia Concessa a un Disertore
Documento d'epoca su carta vergata datato 1802 (22 Thermidor An X) con il sigillo di Barsac. Biografia e stampa antica di Jean-Baptiste Bernadotte

1802XIX Secolo
  • Data : 1802
  • Secolo : 19 Secolo
  • Periodo : Il Consolato
  • Passepartout : 65 x 50 cm
  • N° Inventario : FR-02065
450€
(Cornice non incluso)
  • Certificato di autenticità
  • Passepartout incluso
  • Portfolio exacompta
  • Spedizione gratuita
  • Spedizione entro 24 ore
  • Tracciabilità online dell'Ordine
  • 201
  • 202
  • 203
  • 204
  • 205
  • 206
  • 207
  • 208
  • 209
  • 210
  • 211
  • 212
  • 213
  • 214
  • 215
  • 216
  • 217
  • 218
  • 219
  • 220
  • 221
  • 222
  • 223
Il Consolato
(1799-1804)

Titolo

Napoleone - Il Consolato - 1802 - Bordeaux - Amnistia Concessa a un Disertore

Tipo

Documento d'epoca su carta vergata datato 1802 (22 Thermidor An X) con il sigillo di Barsac. Biografia e stampa antica di Jean-Baptiste Bernadotte

Questo documento storico è costituito da questi 2 documenti montati sotto passepartout :

Documento antico

Il Consolato - Bordeaux - Amnistia Concessa a un Disertore

Tipo

Documento d'epoca su carta vergata datato 1802 (22 Thermidor An X) con il sigillo di Barsac

Documento illustrato

Biografia e stampa antica di Jean-Baptiste Bernadotte

Tipo

  • Stampa a colori di alta qualità
  • Carta bianca leggera patinata opaca con struttura a guscio d'uovo
Acquaforte. 1825

Collezione dei Manoscritti

Periodo Il Consolato

Il Consolato fu in Francia un regime politico nato dal colpo di Stato del 18 brumaio anno VIII (9 novembre 1799), che rovesciò il regime del Direttorio (1795-1799). La Costituzione dell'anno VIII stabilì una forma di governo di stampo autoritario guidata formalmente da tre persone, Bonaparte, Sieyès e Ducos, ma in realtà retta dal solo Primo Console Napoleone Bonaparte, che fu proclamato console a vita nel 1802. Il Consolato si insediò ufficialmente il 1º gennaio 1800 (11 nevoso anno VIII); vennero designati due nuovi consoli, Cambacérès e Lebrun.

All'inizio del nuovo regime, Bonaparte mirava a riconciliare le parti, a mettere fine alle divisioni nate dalla Rivoluzione. Invitò il clero a rientrare in Francia, ed accordò la libertà di culto il 7 nevoso anno VIII (28 dicembre 1799). Soppresse la legge degli ostaggi, che consentiva di imprigionare i membri della famiglia di un émigré, e mise fine alla vendita dei possedimenti religiosi confiscati dallo Stato.

In primavera Bonaparte decise di porre fine anche alla guerra all'estero. Gli austriaci furono sconfitti il 14 giugno 1800 a Marengo da Bonaparte stesso, e il 3 dicembre successivo a Hohenlinden da Moreau. Il 9 febbraio 1801 Bonaparte concluse la pace di Lunéville con l'Austria, che rinunciò ai suoi diritti sul nord e centro Italia. Il 25 marzo 1802 venne firmato il trattato di Amiens che segnava la pace col Regno Unito. Malgrado la cattura e la deportazione in Francia di Toussaint Louverture, la spedizione di Santo Domingo fu un fallimento. Il disimpegno in America del Nord si tradusse nella vendita della Louisiana, ceduta col trattato del 2 maggio 1803.

Nel 1802 il potere legislativo era completamente estinto e il Consolato si avviava sempre più verso l'autoritarismo con poco spazio per l'opposizione politica.

La Costituzione dell'anno VIII conferiva a Bonaparte il potere per dieci anni. Bonaparte impose allora il voto di un senato-consulto che gli conferiva il potere a vita (Consul à vie); inoltre ottenne il diritto di nominare il suo successore. Dal febbraio 1800 Napoleone aveva preso residenza al Palazzo delle Tuileries dove si era progressivamente installata una corte in costante crescita, specie dopo il 1802.

Il Consolato terminò il 18 maggio 1804 (28 floreale anno XII), data della proclamazione del Primo Impero.

La nostra Garanzia

Affermati con più di 20 anni d'esperienza ed un catalogo di antichità di più di 40.000 stampe antiche, disegni e documenti storici dal XIV al XIX secolo, la Galerie Napoléon, galleria d'arte antiquaria parigina, è uno dei massimi riferimenti mondiali per le stampe, le incisioni e le arti grafiche antiche.

Oltre migliaia di appassionate di stampe in Francia ed attraverso il mondo, la Galerie Napoléon è onorata di essere fra i suoi clienti : archivi nazionali, musei, monumenti storici come prestigiosi studi di architetti d'interni. Tutti attirati dalla ricchezza straordinaria del nostro catalogo come con la qualità e la rapidità del nostro servizio.

Questa esperienza ci permette di garantire a ciascuno dei nostri clienti l'autenticità delle antichità del nostro catalogo e la spedizione dell'ordine entro 24 ore.

Personalizzazione gratuita

Personalizza gratuitamente il colore del tuo passepartout smussato di qualità museale (Inoltre senza acidi e pH neutro) tra una cartella colori di 23 tonalità.
Questa opzione ti sarà offerta gratuitamente nel carrello.

  • 201
  • 202
  • 203
  • 204
  • 205
  • 206
  • 207
  • 208
  • 209
  • 210
  • 211
  • 212
  • 213
  • 214
  • 215
  • 216
  • 217
  • 218
  • 219
  • 220
  • 221
  • 222
  • 223

Spedizione sicura

Tutte le antichità del nostro catalogo possono essere spedite in tutto il mondo. Gli ordini sono spediti entro 24 ore con imballaggio sicuro e resistente.

La Galerie Napoléon offre la spedizione gratuita per tutti gli ordini del valore pari o superiore a 50EUR per la Francia, 70EUR per le destinazioni nell'Unione Europea (+ Svizzera) e 90EUR per il resto del mondo.

Per tutti gli ordini di valore inferiore a quest'importi la spedizione ha un costo di 6EUR per la Francia, 8EUR per le destinazioni nell'Unione Europea (+ Svizzera) e 10EUR per il resto del mondo.

Pagamento sicuro

  • Carta di credito sicuro con Paybox, leader europeo dei pagamenti sicuri online (Visa, PostePay e Mastercard)
  • PayPal (American Express,..)
  • Bonifico bancario europeo SEPA (IBAN/BIC/SWIFT)
  • Assegno bancario francese (Pagabile in Francia)
  • Pagamento a scadenza (Riservato agli enti di contabilità pubblica: Musei, Università, Comuni, Ministeri...)